Affinchè le imprese possano beneficiare del previsto taglio – contenuto nella legge di stabilità 2014 – di 1 miliardo di euro sui premi Inail, i ministeri del Lavoro e dell’Economia hanno posticipato dal 16 febbraio al 16 maggio 2014 il pagamento dei premi Inail in autoliquidazione. L’onere del differimento è interamente a carico dello Stato. Come precisa il comunicato stampa n. 20 del 22 gennaio 2014, la proroga è necessaria per consentire all’istituto assicurativo di elaborare i dati sugli andamenti infortunistici e sui premi/contributi accertati per determinare le percentuali di riduzione che si applicheranno alle singole imprese, nonché per procedere all’aggiornamento dei software gestionali. Un apposito decreto del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze, indicherà la percentuale di riduzione e gli aventi diritto. L’Inail, con news del 22 gennaio 2014, comunica che vengono differiti al 16 maggio anche i pagamenti dei premi speciali non soggetti all’autoliquidazione, con date di scadenza antecedenti al 16 maggio.
Tratto da:
www.edotto.com: http://www.edotto.com/edl/standardRss