bonus-mamma-2017

Bonus mamma domani 2017: a partire dal 4 maggio sarà possibile presentare domanda all’INPS per richiedere gli 800 euro per tutte le donne che hanno partorito nel 2017 o che sono in dolce attesa.

 

L’art. 1, comma 353 della legge di Bilancio per il 2017 prevede che:

“A decorrere dal 1° gennaio 2017 è riconosciuto un premio alla nascita o all’adozione di minore dell’importo di 800 euro. Il premio, che non concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all’articolo 8 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, è corrisposto dall’INPS in unica soluzione, su domanda della futura madre, al compimento del settimo mese di gravidanza o all’atto dell’adozione”.

bonus-mamma-2017

L’Inps, con la circolare n.78 del 28 aprile 2017, ha comunicato che dal 4 maggio 2017, si potranno presentare le domande telematiche per l’erogazione del premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore (previsto dalla legge di stabilità 2017).

Il premio è corrisposto direttamente dall’Inps, alle gestanti o madri italiane comunitarie ed extracomunitarie con regolare permesso di soggiorno che ne facciano domanda per ogni figlio nato o adottato/affidato dal 1 gennaio 2017.

Non vi sono restrizioni in relazione al reddito familiare quindi non è necessario presentare l’ISEE. 

1. PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda va presentata entro un anno dall’evento, ma per gli eventi dal 1 gennaio al 4 maggio 2017 il termine ultimo è il 4 maggio 2018.

Con la circolare dell’INPS vengono fornite ulteriori precisazioni:

  • si può presentare la domanda in relazione al compimento del 7° mese di gravidanza, ma in questo caso non si potrà presentare ulteriore domanda in relazione alla nascita. Allo stesso modo il bonus richiesto per l’affidamento preadottivo non può essere richiesto poi per l’adozione dello stesso minore;
  • nel caso di parto plurimo la domanda già presentata al compimento del 7° mese, può essere ripresentata con l’inserimento delle informazioni di tutti i minori oltre al primo, in modo da ottenere l’integrazione del premio;
  • si può presentare domanda anche nel caso di interruzione della gravidanza dopo il compimento del 7° mese.

2. ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE TELEMATICA DELLA DOMANDA

La domanda deve essere presentata all’Inps esclusivamente per via telematica attraverso uno dei seguenti canali:

  • accedendo personalmente, tramite PIN, al portale Inps (www.inps.it > MYINPS > autenticazione con il PIN dispositivo > domanda di prestazioni a sostegno del reddito > premio alla nascita);
  • telefonando al Contact Center Integrato – n° verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06.164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamate);
  • presso gliEnti di Patronato che inoltreranno la domanda on line su delega della mamma.

3. DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

I dati richiesti, necessari per la presentazione della domanda sono:

  • per la richiesta al compimento del  7° mese di gravidanza (a partire dall’8° mese) > numero di protocollo del certificato medico rilasciato dal medico specialista del Servizio sanitario nazionale, con la data presunta del parto;
  • per la richiesta in relazione al parto > l’autocertificazione della data del parto e le generalità del bambino;
  • in caso di adozione o affidamento preadottivo > il provvedimento giudiziario di affidamento o adozione o autocertificazione di tutti gli elementi (sezione del tribunale, la data di deposito in cancelleria ed il relativo numero) che consentano all’Inps il reperimento del provvedimento stesso presso l’Amministrazione;
  • per cittadine non comunitarie > copia di uno dei titoli di soggiorno oppure deve essere indicato nella domanda gli elementi identificativi che consentano la verifica (tipologia, numero, questura che lo ha rilasciato).

Il bonus mamme 2017 è legato al numero di figli nati dal parto e non al singolo evento. Ciò significa che in caso di parto gemellare il contributo sarà di 1.600€.