Esteso a tre anni l’obbligo di convalida di dimissioni da parte di lavoratrice in gravidanza

Il Ministero del Lavoro ha presentato il 7 novembre 2014 le modifiche introdotte alla Legge n. 92/2012 all’art. 55, comma 4, D.Lgs. n. 151/2001, per cui si rende obbligatoria la convalida del servizio ispettivo del DTL di appartenenza, della richiesta di dimissioni o in caso di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, da parte di lavoratrici in gravidanza, estendendo il periodo fino ai primi tre anni di vita del bambino.
Con questo non viene meno però la disposizione di cui all’art.55 comma 5 in forza della quale non sussiste l’obbligo di preavviso per le dimissioni della lavoratrice fino al compimento di un anno di età del bambino, ovvero il periodo in cui per il datore di lavoro sussiste il divieto di licenziamento.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi informazioni o prenota un appuntamento

Scrivici, il nostro team ti risponderà nel più breve tempo possibile.