Non è penalmente perseguibile l’imprenditore che omette il versamento dell’IVA dovuta a causa della crisi dell’azienda, ma soltanto a condizione che dimostri l’imprevedibilità della crisi, in quanto determinata da eventi eccezionali e di rilevanti dimensioni, e di aver posto in essere tutte le possibili azioni, anche sfavorevoli per il suo patrimonio personale (non ultimo, il ricorso al credito bancario), atte a consentirgli di recuperare la necessaria liquidità per onorare i debito con l’Erario, senza tuttavia riuscirci per cause indipendenti dalla sua volontà e a lui non imputabili.
Tratto da:
www.edotto.com: http://www.edotto.com/edl/standardRss