A partire dai primi mesi del 2016 è stato nuovamente attivato il progetto “Patto sociale per il lavoro vicentino” il quale coinvolge 20 comuni della provincia di Vicenza.

L’iniziativa, finanziata dalla Fondazione Cariverona, mira a trovare un punto di incontro fra la richiesta occupazionale dei cittadini senza lavoro e le esigenze e i fabbisogni delle imprese del territorio, favorendo le possibilità di  inserimento e reinserimento nel mercato del lavoro per i soggetti over 30 disoccupati, in mobilità o in cassa integrazioneiscritti al progetto “Cercando il lavoro”.

Il progetto da quindi la possibilità, alle aziende interessate, di attivare un tirocinio con un soggetto avente le caratteristiche sopra descritte consentendo quindi alle stesse di “testare” la professionalità del lavoratore e valutare,  al termine del tirocinio, una potenziale assunzione.

Il costo della borsa di tirocinio (570 euro al mese) è coperto interamente dal progetto, le aziende quindi avranno a proprio carico solamente il costo della copertura INAIL e della polizza RCT.

Lo stage potrà essere attivato per un periodo massimo di 5 mesi con un orario garantito al tirocinante di 30 ore settimanali.

Le aziende interessate all’attivazione di un tirocinio sfruttando questa iniziativa dovranno:

  1. contattare, ai numeri 0444/221910 – 221967 o all’indirizzo email cercandoillavoro@comune.vicenza.it,lo staff del progetto il quale prenderà appuntamento con l’azienda per verificare la posizione lavorativa che il potenziale tirocinante andrà a ricoprire all’interno della stessa.
  2. Fatto questo, tramite i database dello staff del progetto, verranno individuate una serie di potenziali figure che potranno ricoprire quel posto di lavoro.
  3. L’azienda selezionerà, dopo un colloquio con i vari candidati, il tirocinante da assumere fra quelli che gli sono stati proposti.
  4. Successivamente, lo staff del progetto invierà all’azienda una modulistica che potrà essere  compilata direttamente del nostro Studio e la quale verrà inviata al Centro per l’impiego di riferimento.
  5. Infine, come per l’attivazione di un normalissimo tirocinio, l’azienda e il tirocinante verranno convocati dal Centro per l’impiego per la firma del Progetto formativo e della Convenzione di tirocinio.
  6. Infine il nostro Studio provvederà ad effettuare la Comunicazione obbligatoria di assunzione CoVeneto per l’attivazione del tirocinio.

 

Riteniamo che questa possa essere un’ottima opportunità per le aziende che sono interessate all’attivazione di uno stage, magari in previsione di una futura potenziale assunzione, con la possibilità di ridurre sensibilmente i costi riconnessi allo stesso.

 

Lo Studio rimane a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.

info@studiopolato.com